E-mail

Posta elettronica ( e-mail o posta elettronica ) è un metodo di scambio di messaggi tra persone che utilizzano dispositivi elettronici. L’e-mail è entrata per la prima volta negli anni ’60 e alla metà degli anni ’70 aveva assunto la forma ora riconosciuta come e-mail. L’email funziona attraverso reti di computer , che oggi sono principalmente Internet . Alcuni sistemi di posta elettronica precedenti richiedevano che l’autore e il destinatario fossero entrambi online allo stesso tempo, in comune con la messaggistica istantanea . I sistemi di posta elettronica di oggi si basano su un modello store-and-forward . Server di posta elettronicaaccettare, inoltrare, consegnare e archiviare i messaggi. Né gli utenti né i loro computer devono essere online contemporaneamente; devono collegarsi solo brevemente, in genere a un server di posta o un’interfaccia webmail , per tutto il tempo necessario per inviare o ricevere messaggi.

Originariamente un mezzo di comunicazione ASCII di solo testo, l’e-mail Internet è stata estesa da Multipurpose Internet Mail Extensions (MIME) per trasportare il testo in altri set di caratteri e allegati di contenuti multimediali. L’e-mail internazionale , con indirizzi e-mail internazionalizzati usando UTF-8 , è stata standardizzata, ma a partire dal 2017 non è stata ampiamente adottata. [2]

La storia dei moderni servizi di posta elettronica Internet risale ai primi ARPANET , con gli standard per la codifica dei messaggi di posta elettronica pubblicati già nel 1973 ( RFC 561 ). Un messaggio di posta elettronica inviato nei primi anni ’70 sembra molto simile a una email di base inviata oggi. L’e-mail ha avuto un ruolo importante nella creazione di Internet, [3] e la conversione da ARPANET a Internet nei primi anni ’80 ha prodotto il nucleo dei servizi attuali.

Terminologia

Storicamente, il termine posta elettronica è stato usato genericamente per qualsiasi trasmissione di documenti elettronici. Ad esempio, diversi scrittori nei primi anni ’70 usavano il termine per descrivere la trasmissione di documenti via fax . [4] [5] Di conseguenza, è difficile trovare la prima citazione per l’uso del termine con il significato più specifico che ha oggi.

La posta elettronica è stato più comunemente chiamato e-mail o e-mail dal intorno al 1993, [6] , ma variazioni della ortografia sono stati utilizzati:

  • l’e-mail è la forma più comune utilizzata online ed è richiesta da IETF Requests for Comments (RFC) e gruppi di lavoro [7] e sempre più da guide di stile . [8] [9] Questo spelling appare anche nella maggior parte dei dizionari. [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16]
  • e-mail è il formato che a volte appare in cura per iscritto inglese americano e britannico, pubblicato come si evince dalle Corpus di contemporanea inglese americano dei dati, [17] , ma è caduta in disgrazia nel guide di stile. [9] [18]
  • mail era il modulo utilizzato nello standard del protocollo originale, RFC 524 . [19] Il servizio è indicato come posta , e un singolo pezzo di posta elettronica è chiamato un messaggio . [20] [21]
  • EMail è una forma tradizionale che è stata utilizzata nelle RFC per “L’indirizzo dell’autore” [20] [21] ed è espressamente richiesta “per motivi storici”. [22]
  • A volte viene usata l’ e-mail , capitalizzando l’iniziale E come in abbreviazioni simili come E-piano , E-guitar , A-bomb e H-bomb . [23]

Una e-mail Internet consiste [24] di una busta e contenuto; il contenuto a sua volta consiste [25] di un colpo di testa e un corpo.

Origine

Articolo principale: Storia della posta elettronica

La posta e la messaggistica basate su computer sono diventate possibili con l’avvento dei computer con condivisione del tempo nei primi anni ’60, e i metodi informali di utilizzo dei file condivisi per passare i messaggi sono stati presto estesi ai primi sistemi di posta. La maggior parte degli sviluppatori di primi mainframe e minicomputer ha sviluppato applicazioni di posta simili, ma generalmente incompatibili. Nel tempo, una complessa rete di gateway e sistemi di routing collegava molti di essi. Molte università statunitensi facevano parte dell’ARPANET (creato alla fine degli anni ’60), che mirava alla portabilità del software tra i suoi sistemi. Questa portabilità ha contribuito a rendere il protocollo SMTP ( Simple Mail Transfer Protocol ) sempre più influente.

Per un certo periodo tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, sembrava probabile che un sistema commerciale proprietario o il sistema di posta elettronica X.400 , parte del profilo di interconnessione dei sistemi aperti del governo (GOSIP), sarebbe predominante. Tuttavia, una volta che le restrizioni finali sul traffico commerciale su Internet si sono concluse nel 1995, [26] [27] una combinazione di fattori ha reso lo standard Internet i protocolli di posta elettronica SMTP, POP3 e IMAP .

Operazione

Il diagramma a destra mostra una sequenza tipica di eventi [28] che si verifica quando il mittente Alice trasmette un messaggio utilizzando un agente di posta elettronica (MUA) indirizzato all’indirizzo di posta elettronica del destinatario.

  1. Il MUA formatta il messaggio in formato e-mail e utilizza il protocollo di invio, un profilo del protocollo SMTP ( Simple Mail Transfer Protocol ), per inviare il contenuto del messaggio all’agente di invio della posta locale (MSA), in questo caso smtp.a.org .
  2. MSA determina l’indirizzo di destinazione fornito nel protocollo SMTP (non dall’intestazione del messaggio), in questo caso bob@b.org . La parte prima del segno @ è la parte localedell’indirizzo, spesso il nome utente del destinatario e la parte dopo il segno @ è un nome di dominio . MSA risolve un nome di dominio per determinare il nome di dominio completodel server di posta nel Domain Name System (DNS).
  3. Il server DNS per il dominio b.org ( ns.b.org ) risponde con qualsiasi record MX che elenca i server di scambio di posta per quel dominio, in questo caso mx.b.org , un server di trasferimento messaggi (MTA) gestito dal ISP del destinatario. [29]
  4. smtp.a.org invia il messaggio a mx.b.org usando SMTP. Questo server potrebbe dover inoltrare il messaggio ad altri MTA prima che il messaggio raggiunga l’ agente di consegna messaggi finale (MDA).
  5. Il MDA lo consegna alla casella di posta dell’utente bob .
  6. L’MUA di Bob raccoglie il messaggio utilizzando il protocollo Post Office Protocol (POP3) o IMAP ( Internet Message Access Protocol ).

Oltre a questo esempio, esistono alternative e complicazioni nel sistema di posta elettronica:

  • Alice o Bob possono utilizzare un client connesso a un sistema di posta elettronica aziendale, come IBM Lotus Notes o Microsoft Exchange . Questi sistemi hanno spesso il proprio formato di posta elettronica interno e i loro client in genere comunicano con il server di posta elettronica utilizzando un protocollo proprietario specifico del fornitore. Il server invia o riceve e-mail via Internet tramite il gateway di posta Internet del prodotto, che esegue anche qualsiasi riformattazione necessaria. Se Alice e Bob lavorano per la stessa azienda, l’intera transazione potrebbe avvenire completamente all’interno di un singolo sistema di posta elettronica aziendale.
  • Alice potrebbe non avere un MUA sul suo computer ma potrebbe invece connettersi a un servizio di webmail .
  • Il computer di Alice può eseguire il proprio MTA, evitando così il trasferimento al punto 1.
  • Bob può ritirare la sua email in molti modi, ad esempio collegandosi a mx.b.org e leggendo direttamente, o utilizzando un servizio di webmail.
  • I domini di solito hanno diversi server di scambio di posta in modo che possano continuare ad accettare la posta anche se il primario non è disponibile.

Molti MTA erano soliti accettare messaggi per qualsiasi destinatario su Internet e fare del loro meglio per consegnarli. Tali MTA sono chiamati relay di posta aperta . Questo era molto importante nei primi giorni di Internet quando le connessioni di rete erano inaffidabili. citazione necessaria ] Tuttavia, questo meccanismo si è rivelato sfruttabile dagli autori di e -mail di massa non richieste e di conseguenza i relay di posta aperti sono diventati rari [30] e molti MTA non accettano messaggi da relé di posta aperta.

Formato del messaggio

Il formato di messaggio di posta elettronica Internet è ora definito da RFC 5322 , con codifica di dati non ASCII e allegati di contenuto multimediale definiti in RFC 2045 tramite RFC 2049 , definiti collettivamente Multipurpose Internet Mail Extensions o MIME . La RFC 5322 ha sostituito la precedente RFC 2822 nel 2008 e, a sua volta, la RFC 2822 nel 2001 ha sostituito la RFC 822 , che era stata lo standard per l’e-mail Internet per quasi 20 anni. Pubblicato nel 1982, RFC 822 era basato sul precedente RFC 733 per ARPANET . [31]

I messaggi di posta elettronica Internet sono costituiti da due sezioni principali, l’intestazione del messaggio e il corpo del messaggio, noti collettivamente come contenuto. [32] [33] L’intestazione è strutturata in campi come Da, A, CC, Oggetto, Data e altre informazioni sull’email. Durante il processo di trasporto dei messaggi di posta elettronica tra i sistemi, SMTP comunica i parametri di consegna e le informazioni utilizzando i campi dell’intestazione del messaggio. Il corpo contiene il messaggio, come testo non strutturato, a volte contenente un blocco di firma alla fine. L’intestazione è separata dal corpo da una riga vuota.

Intestazione del messaggio

Ogni messaggio ha esattamente un’intestazione , strutturata in campi . Ogni campo ha un nome e un valore. RFC 5322 specifica la sintassi precisa.

Informalmente, ogni riga di testo nell’intestazione che inizia con un carattere stampabile inizia un campo separato. Il nome del campo inizia nel primo carattere della riga e finisce prima del carattere separatore “:”. Il separatore è quindi seguito dal valore del campo (il “corpo” del campo). Il valore viene continuato su righe successive se quelle linee hanno uno spazio o una tabulazione come primo carattere. I nomi e i valori dei campi sono limitati ai caratteri ASCII a 7 bit . Alcuni valori non ASCII possono essere rappresentati utilizzando parole codificate MIME .

Campi intestazione

I campi dell’intestazione dell’email possono essere multilinea e ogni riga deve avere al massimo 78 caratteri e in nessun caso più di 998 caratteri. [34] I campi intestazione definiti da RFC 5322 possono contenere solo caratteri US-ASCII ; per codificare i caratteri in altri set, è possibile utilizzare una sintassi specificata in RFC 2047 . [35] Recentemente il gruppo di lavoro IETF EAI ha definito alcune estensioni delle tracce standard, [36] [37] chesostituiscono le precedenti estensioni sperimentali, per consentire la codifica Unicode UTF-8caratteri da utilizzare all’interno dell’intestazione. In particolare, questo consente agli indirizzi e-mail di utilizzare caratteri non ASCII. Tali indirizzi sono supportati da prodotti Google e Microsoft e promossi da alcuni governi. [38]

L’intestazione del messaggio deve includere almeno i seguenti campi: [39] [40]

  • Da : l’ indirizzo email e facoltativamente il nome dell’autore / i. In molti client di posta elettronica non è modificabile se non attraverso la modifica delle impostazioni dell’account.
  • Data : ora locale e data in cui è stato scritto il messaggio. Come nel campo Da: molti client di posta elettronica riempiono questo automaticamente al momento dell’invio. Il client del destinatario può quindi visualizzare l’ora nel formato e nel fuso orario locali a lui / lei.

RFC 3864 descrive le procedure di registrazione per i campi di intestazione dei messaggi presso la IANA ; fornisce nomi di campi permanenti e provvisori , compresi anche i campi definiti per MIME, netnews e HTTP e facendo riferimento a RFC rilevanti. I campi di intestazione comuni per la posta elettronica includono: [41]

  • A : l’indirizzo e-mail (e) e facoltativamente il nome (i) del / i destinatario / i del messaggio. Indica i destinatari principali (più consentiti), per i destinatari secondari vedere Cc: e Ccn: di seguito.
  • Oggetto : un breve riassunto dell’argomento del messaggio. Alcune abbreviazioni sono comunemente usate nell’argomento, tra cui “RE:” e “FW:” .
  • Cc : copia in carbonio ; Molti client di posta elettronica contrassegnano le e-mail nella posta in arrivo in modo diverso a seconda che si trovino nell’elenco A: o Cc :. ( Ccn : copia nascosta , gli indirizzi vengono in genere specificati solo durante la consegna SMTP e di solito non sono elencati nell’intestazione del messaggio).
  • Content-Type : informazioni su come visualizzare il messaggio, in genere un tipo MIME .
  • Precedenza : comunemente con valori “bulk”, “junk” o “list”; utilizzato per indicare che le risposte automatiche per “ferie” o “fuori sede” non devono essere restituite per questa posta, ad esempio per impedire che le notifiche di ferie vengano inviate a tutti gli altri abbonati di una mailing list. Sendmail utilizza questo campo per influire sulla definizione delle priorità delle e-mail in coda, con messaggi “Precedence: special-delivery” consegnati prima. Con le moderne reti a larghezza di banda elevata, la priorità di consegna è meno problematica di una volta. Microsoft Exchange rispetta un meccanismo di soppressione della risposta automatica a grana fine, il campo X-Auto-Response-Suppress . [42]
  • ID messaggio : anche un campo generato automaticamente; utilizzato per prevenire consegne multiple e per riferimento in In-Reply-To: (vedi sotto).
  • In-Reply-To : Message-ID del messaggio a cui questa è una risposta. Utilizzato per collegare insieme i messaggi correlati. Questo campo si applica solo ai messaggi di risposta.
  • Riferimenti : ID messaggio del messaggio a cui questa è una risposta e ID messaggio del messaggio a cui la risposta precedente era una risposta, ecc.
  • Rispondi a : indirizzo che deve essere utilizzato per rispondere al messaggio.
  • Mittente : indirizzo del mittente effettivo che agisce per conto dell’autore elencato nel campo Da: (segretario, gestore elenchi, ecc.).
  • Archiviato in : un collegamento diretto al modulo archiviato di un singolo messaggio di posta elettronica.

Si noti che il campo A: non è necessariamente correlato agli indirizzi a cui viene consegnato il messaggio. La lista di consegna effettiva viene fornita separatamente al protocollo di trasporto, SMTP , che potrebbe essere originariamente o non essere stato estratto dal contenuto dell’intestazione. Il campo “A:” è simile all’indirizzamento nella parte superiore di una lettera convenzionale che viene consegnato secondo l’indirizzo sulla busta esterna. Allo stesso modo, il campo “Da:” non deve essere il vero mittente del messaggio di posta elettronica. Alcuni server di posta applicano i sistemi di autenticazione della posta elettronica ai messaggi inoltrati. Anche i dati relativi all’attività del server fanno parte dell’intestazione, come definito di seguito.

SMTP definisce le informazioni di traccia di un messaggio, che viene anche salvato nell’intestazione utilizzando i seguenti due campi: [43]

  • Ricevuto : quando un server SMTP accetta un messaggio, inserisce questo record di traccia nella parte superiore dell’intestazione (dall’ultimo al primo).
  • Return-Path : quando il server SMTP di consegna effettua la consegna finale di un messaggio, inserisce questo campo nella parte superiore dell’intestazione.

Altri campi che vengono aggiunti sopra l’intestazione dal server ricevente possono essere chiamati campi di traccia , in un senso più ampio. [44]

  • Risultati di autenticazione : quando un server esegue i controlli di autenticazione, può salvare i risultati in questo campo per il consumo da parte degli agenti a valle. [45]
  • Received-SPF : memorizza i risultati dei controlli SPF in modo più dettagliato rispetto ai risultati di autenticazione. [46]
  • Auto-inviato : viene utilizzato per contrassegnare i messaggi generati automaticamente. [47]
  • VBR-Info : rivendica whitelisting VBR [48]

Corpo del messaggio

Codifica del contenuto

L’e-mail Internet è stata originariamente progettata per ASCII a 7 bit . [49] La maggior parte dei software di posta elettronica è pulita a 8 bit, ma deve presumere che comunichi con server e lettori di posta a 7 bit. Lo standard MIME ha introdotto gli identificatori di set di caratteri e due codifiche di trasferimento del contenuto per abilitare la trasmissione di dati non ASCII: quotato stampabile per contenuti a 7 bit per lo più con alcuni caratteri al di fuori di tale intervallo e base64 per dati binari arbitrari. Le estensioni 8BITMIME e BINARY sono state introdotte per consentire la trasmissione della posta senza la necessità di queste codifiche, ma molti agenti di trasporto della postaancora non li sostengono completamente. In alcuni paesi coesistono diversi schemi di codifica; di conseguenza, per impostazione predefinita, il messaggio in una lingua di alfabeto non latino appare in forma non leggibile (l’unica eccezione è la coincidenza, quando mittente e destinatario utilizzano lo stesso schema di codifica). Pertanto, per i set di caratteri internazionali , Unicode sta crescendo in popolarità. citazione necessaria ]

Testo normale e HTML

I client di posta elettronica grafici più moderni consentono l’uso di testo normale o HTML per il corpo del messaggio, a scelta dell’utente. I messaggi e-mail HTML spesso includono anche una copia di testo normale generata automaticamente, per ragioni di compatibilità. I vantaggi dell’HTML includono la possibilità di includere collegamenti e immagini in linea, separare i messaggi precedenti nelle citazioni dei blocchi , avvolgere naturalmente su qualsiasi display, utilizzare l’accento come sottolineature e corsivo e cambiare gli stili dei caratteri . Gli svantaggi includono l’aumento delle dimensioni dell’email, i problemi di privacy relativi ai bug Web , l’abuso dell’email HTML come vettore per il phishingattacchi e diffusione di software dannoso . [50]

Alcune mailing list basate sul web raccomandano che tutti i post vengano scritti in testo semplice, con 72 o 80 caratteri per riga [51] [52] per tutti i motivi sopra indicati, ma anche perché hanno un numero significativo di lettori che utilizzano il testo client di posta elettronica come Mutt . Alcuni client di posta elettronica Microsoft consentono la formattazione avanzata utilizzando il loro RTF ( Rich Text Format ) proprietario, ma ciò dovrebbe essere evitato a meno che al destinatario sia garantito un client di posta elettronica compatibile . [53]

Server e applicazioni client

I messaggi vengono scambiati tra gli host utilizzando il Simple Mail Transfer Protocol con programmi software chiamati agenti di trasferimento della posta (MTA); e consegnato a un negozio di posta da programmi chiamati agenti di consegna della posta (MDA, talvolta chiamati anche agenti di consegna locali, LDA). Accettare un messaggio obbliga un MTA a consegnarlo, [54] e quando un messaggio non può essere consegnato, che MTA deve inviare un messaggio di rimbalzo al mittente, indicando il problema.

Gli utenti possono recuperare i loro messaggi dai server utilizzando protocolli standard come POP o IMAP o, come è più probabile in un grande ambiente aziendale , con un protocollo proprietario specifico per Novell Groupwise , Lotus Notes o Microsoft Exchange Server . I programmi utilizzati dagli utenti per il recupero, la lettura e la gestione della posta elettronica sono detti agenti di posta (MUA).

La posta può essere archiviata sul client , sul lato server o in entrambe le posizioni. I formati standard per le cassette postali includono Maildir e mbox . Diversi importanti client di posta elettronica utilizzano il proprio formato proprietario e richiedono un software di conversione per trasferire le email tra di loro. L’archiviazione lato server è spesso in un formato proprietario, ma poiché l’accesso avviene tramite un protocollo standard come IMAP , lo spostamento della posta da un server all’altro può essere fatto con qualsiasi MUA che supporta il protocollo.

Molti utenti di posta elettronica correnti non eseguono programmi MTA, MDA o MUA, ma utilizzano una piattaforma di posta elettronica basata sul Web, come Gmail, Hotmail o Yahoo! Mail, che svolge le stesse attività. [55] Tali interfacce webmail consentono agli utenti di accedere alla posta con qualsiasi browser Web standard , da qualsiasi computer, anziché affidarsi a un client di posta elettronica.

Estensioni nome file

Al ricevimento dei messaggi e -mail , le applicazioni client e-mail salvano i messaggi nei file del sistema operativo nel file system. Alcuni client salvano singoli messaggi come file separati, mentre altri utilizzano vari formati di database, spesso proprietari, per l’archiviazione collettiva. Uno standard storico di archiviazione è il formato mbox . Il formato specifico utilizzato è spesso indicato da estensioni speciali per i nomi dei file :

eml
Utilizzato da molti client di posta elettronica inclusi Novell GroupWise , Microsoft Outlook Express , Lotus Notes , Windows Mail , Mozilla Thunderbird e Postbox. I file contengono il contenuto dell’email come testo normale in formato MIME , contenente l’intestazione e il corpo dell’email, inclusi gli allegati in uno o più formati diversi.
EMLX
Utilizzato da Apple Mail .
msg
Utilizzato da Microsoft Office Outlook e OfficeLogic Groupware .
mbx
Utilizzato da Opera Mail , KMail e Apple Mail in base al formato mbox .

Alcune applicazioni (come Apple Mail ) lasciano gli allegati codificati nei messaggi per la ricerca, salvando anche copie separate degli allegati. Altri separano gli allegati dai messaggi e li salvano in una directory specifica.

Mailto schema URI

Articolo principale: mailto

Lo schema URI , come registrato con lo IANA , definisce lo schema mailto: per gli indirizzi e-mail SMTP. Sebbene il suo uso non sia strettamente definito, gli URL di questo modulo sono pensati per essere utilizzati per aprire la nuova finestra di messaggio del client di posta dell’utente quando l’URL è attivato, con l’indirizzo definito dall’URL nel campo A : . [56]

Tipi

Email basata sul Web

Articolo principale: Webmail

Molti provider di posta elettronica dispongono di un client di posta elettronica basato sul Web (ad esempio Posta AOL , Gmail , Outlook.com , Hotmail e Yahoo! Mail ). Ciò consente agli utenti di accedere all’account e-mail utilizzando qualsiasi browser Web compatibile per inviare e ricevere la propria e-mail. In genere la posta non viene scaricata sul client, quindi non può essere letta senza una connessione Internet corrente.

Servizi di posta elettronica POP3

Il Post Office Protocol 3 (POP3) è un protocollo di accesso alla posta utilizzato da un’applicazione client per leggere i messaggi dal server di posta. I messaggi ricevuti vengono spesso cancellati dal server . POP supporta semplici requisiti di download ed eliminazione per l’accesso alle caselle di posta remote (definite maildrop negli RFC POP). [57]

Server di posta IMAP

L’ Internet Message Access Protocol (IMAP) fornisce funzioni per gestire una casella di posta da più dispositivi. I piccoli dispositivi portatili come gli smartphone sono sempre più utilizzati per controllare la posta elettronica durante il viaggio e per fare brevi risposte, i dispositivi più grandi con un migliore accesso alla tastiera sono utilizzati per rispondere a una maggiore lunghezza. IMAP mostra le intestazioni di messaggi, il mittente e l’oggetto e il dispositivo deve richiedere di scaricare messaggi specifici. Di solito la posta è lasciata in cartelle nel server di posta.

Server email MAPI

L’interfaccia MAPI ( Messaging Application Programming Interface ) viene utilizzata da Microsoft Outlook per comunicare con Microsoft Exchange Server e con altri prodotti server di posta quali Axigen Mail Server , Kerio Connect , Scalix , Zimbra , HP OpenMail , IBM Lotus Notes , Zarafa , e Bynari, dove i venditori hanno aggiunto il supporto MAPI per consentire l’accesso ai loro prodotti direttamente tramite Outlook.

Utilizza

Uso aziendale e organizzativo

L’e-mail è stata ampiamente accettata dalle imprese, dai governi e dalle organizzazioni non governative nel mondo sviluppato, ed è una delle parti chiave di una “e-rivoluzione” nella comunicazione sul posto di lavoro (con l’altra scheda chiave dell’adozione diffusa di Internet ad alta velocità ) . Uno studio sponsorizzato del 2010 sulla comunicazione sul posto di lavoro ha rilevato che l’83% dei knowledge worker degli Stati Uniti riteneva che l’e-mail fosse fondamentale per il proprio successo e produttività sul lavoro. [58]

Ha alcuni vantaggi chiave per le aziende e altre organizzazioni, tra cui:

Facilitare la logistica
Gran parte del mondo degli affari si basa sulle comunicazioni tra persone che non sono fisicamente nello stesso edificio, area o paese; l’impostazione e la partecipazione a una riunione di persona, una telefonata o una chiamata in conferenza può risultare scomoda, lunga e costosa. L’e-mail fornisce un metodo per scambiare informazioni tra due o più persone senza costi di set-up e che è generalmente molto meno costoso di una riunione o di una telefonata fisica.
Aiutare con la sincronizzazione
Con la comunicazione in tempo reale tramite riunioni o telefonate, i partecipanti devono lavorare sullo stesso programma e ogni partecipante deve trascorrere lo stesso tempo nella riunione o nella chiamata. L’e-mail consente l’ asincronia : ciascun partecipante può controllare il proprio programma in modo indipendente.
Riduzione dei costi
L’invio di una e-mail è molto meno costoso rispetto all’invio di posta, o telefonate a lunga distanza , telex o telegrammi .
Aumento della velocità
Molto più veloce della maggior parte delle alternative.
Creare un record “scritto”
A differenza di una conversazione telefonica o di persona, l’e-mail per sua natura crea una registrazione scritta dettagliata della comunicazione, l’identità del mittente e dei destinatari e la data e l’ora in cui il messaggio è stato inviato. Nel caso di un contratto o di una controversia legale, le e-mail salvate possono essere utilizzate per dimostrare che una persona è stata avvisata di determinati problemi, poiché ogni e-mail ha la data e l’ora registrate su di essa.

Email marketing

L’e-mail marketing tramite ” opt-in ” viene spesso utilizzata con successo per inviare offerte di vendita speciali e informazioni sui nuovi prodotti. [59] A seconda della cultura del destinatario, [60] l’ e  mail inviata senza autorizzazione, ad esempio un “opt-in”, è probabile che sia considerata spam indesiderato ” e-mail “.

Uso personale

Personal computer

Molti utenti accedono alle loro e-mail personali da amici e familiari utilizzando un personal computer nella loro casa o appartamento.

Mobile

L’e-mail è stata utilizzata su smartphone e su tutti i tipi di computer. Le “app” per dispositivi mobili per la posta elettronica aumentano l’accessibilità al supporto per gli utenti che sono fuori casa. Mentre nei primi anni di e-mail, gli utenti potevano accedere solo alle e-mail sui computer desktop, nel 2010 è possibile che gli utenti controllino le e-mail quando sono fuori casa, sia che si trovino in città o in tutto il mondo. Gli avvisi possono anche essere inviati allo smartphone o ad altri dispositivi per avvisarli immediatamente dei nuovi messaggi. Questo ha dato alla posta elettronica la possibilità di essere utilizzato per le comunicazioni più frequenti tra gli utenti e ha permesso loro di controllare la loro posta elettronica e scrivere messaggi per tutto il giorno. Oggi ci sono circa 1,4 miliardi di utenti di posta elettronica in tutto il mondo e 50 miliardi di email non spam che vengono inviate ogni giorno.

Le persone spesso controllano la posta elettronica su smartphone sia per i messaggi personali che per quelli relativi al lavoro. È stato rilevato che gli adulti statunitensi controllano le loro e-mail più di quelle che navigano sul Web o controllano i loro account di Facebook , rendendo l’e-mail l’attività più popolare per gli utenti sui loro smartphone. Il 78% degli intervistati nello studio ha rivelato di controllare la posta elettronica sul proprio telefono. [61] Si è inoltre riscontrato che il 30% dei consumatori utilizza solo il proprio smartphone per controllare la propria posta elettronica e il 91% probabilmente controllerebbe la posta elettronica almeno una volta al giorno sul proprio smartphone. Tuttavia, la percentuale di consumatori che utilizzano la posta elettronica sugli smartphone varia notevolmente da un Paese all’altro. Ad esempio, rispetto al 75% di quei consumatori negli Stati Uniti che l’hanno utilizzato, solo il 17% in India l’ha fatto. [62]

Problemi

Limitazione dimensioni allegato

Articolo principale: allegato di posta elettronica

I messaggi di posta elettronica possono avere uno o più allegati, che sono file aggiuntivi aggiunti all’e-mail. Gli allegati tipici includono documenti Microsoft Word , documenti PDF e immagini scansionate di documenti cartacei. In linea di principio non esistono restrizioni tecniche sulla dimensione o sul numero di allegati, ma in pratica i client di posta elettronica, i server e i provider di servizi Internet implementano varie limitazioni sulla dimensione dei file o completano l’e-mail, in genere a 25 MB o meno. [63] [64] [65] Inoltre, a causa di motivi tecnici, le dimensioni degli allegati viste da questi sistemi di trasporto possono differire da quelle che l’utente vede, [66]che può essere fonte di confusione per i mittenti quando provano a valutare se possono inviare un file in sicurezza via email. Dove devono essere condivisi file più grandi, sono disponibili servizi di file hosting di vario genere; e generalmente suggerito. [67] [68] Alcuni file di grandi dimensioni, come foto digitali, presentazioni a colori e file video o musicali sono troppo grandi per alcuni sistemi di posta elettronica. [69]

Sovraccarico di informazioni

L’ubiquità dell’email per i knowledge worker e per i dipendenti “impiegati” ha portato a preoccuparsi che i destinatari affrontino un ” sovraccarico di informazioni ” nell’affrontare volumi sempre maggiori di e-mail. [70] [71] Con la crescita dei dispositivi mobili, per impostazione predefinita i dipendenti possono anche ricevere e-mail relative al lavoro al di fuori della loro giornata lavorativa. Ciò può portare a un aumento dello stress, a una diminuzione della soddisfazione nei confronti del lavoro e alcuni osservatori sostengono addirittura che potrebbe avere un significativo effetto economico negativo [72], poiché gli sforzi per leggere le molte e-mail potrebbero ridurre la produttività .

Spam

Articolo principale: Email spam

E-mail “spam” è il termine usato per descrivere l’e-mail di massa non richiesta. Il basso costo di invio di tali e-mail significava che entro il 2003 fino al 30% del traffico totale di posta elettronica era già spam. [73] [74] [75] e stava minacciando l’utilità dell’email come strumento pratico. Il CAN-SPAM Act degli Stati Uniti del 2003 e leggi simili altrove [76] hanno avuto un certo impatto e una serie di efficaci tecniche anti-spam ora attenuano ampiamente l’impatto dello spam filtrandolo o rifiutandolo per la maggior parte degli utenti, [77] ma il volume inviato è ancora molto alto e in misura crescente non consiste in annunci pubblicitari di prodotti, ma contenuti o collegamenti malevoli. [78]

Malware

Esiste una gamma di tipi di email dannosi. Si va da vari tipi di truffe via e-mail , tra cui truffe “social engineering” come truffa a pagamento anticipato “lettere nigeriane”, phishing , bombardamento e -mail e worm per e -mail .

Email spoofing

Articolo principale: Email spoofing

Lo spoofing delle email si verifica quando l’intestazione del messaggio di posta elettronica è progettata per far apparire il messaggio proveniente da una fonte nota o attendibile. I metodi e -mail di spam e phishing in genere utilizzano lo spoofing per indurre in errore il destinatario sull’origine del messaggio vero. Lo spoofing delle e-mail può essere fatto come uno scherzo o come parte di uno sforzo criminale per frodare un individuo o un’organizzazione. Un esempio di spoofing di e-mail potenzialmente fraudolento è se una persona crea un’e-mail che sembra essere una fattura di una grande azienda e quindi la invia a uno o più destinatari. In alcuni casi, queste e-mail fraudolente incorporano il logo della presunta organizzazione e persino l’indirizzo e-mail può apparire legittimo.

Email bombing

Articolo principale: Email bomb

Il bombardamento email è l’invio intenzionale di grandi volumi di messaggi a un indirizzo di destinazione. L’overloading dell’indirizzo email di destinazione può renderlo inutilizzabile e può persino causare l’arresto anomalo del server di posta.

Preoccupazioni sulla privacy

Articolo principale: privacy su Internet

Oggi può essere importante distinguere tra Internet e sistemi di posta elettronica interni. L’e-mail Internet può viaggiare e essere archiviata su reti e computer senza il controllo del mittente o del destinatario. Durante il tempo di transito è possibile che terze parti leggano o addirittura modificano il contenuto. I sistemi di posta interna, in cui le informazioni non lasciano mai la rete organizzativa, possono essere più sicuri, sebbene il personale della tecnologia dell’informazione e altri soggetti la cui funzione possa implicare il monitoraggio o la gestione possano accedere all’e-mail di altri dipendenti.

La privacy delle e-mail, senza alcune precauzioni di sicurezza, può essere compromessa perché:

  • i messaggi di posta elettronica non sono generalmente crittografati.
  • i messaggi di posta elettronica devono passare attraverso i computer intermedi prima di raggiungere la loro destinazione, il che significa che è relativamente facile per gli altri intercettare e leggere i messaggi.
  • molti provider di servizi Internet (ISP) memorizzano copie dei messaggi e-mail sui loro server di posta prima che vengano consegnati. I backup di questi possono rimanere per diversi mesi sul loro server, nonostante l’eliminazione dalla casella di posta.
  • il “Ricevuto:” – i campi e altre informazioni nell’e-mail possono spesso identificare il mittente, impedendo la comunicazione anonima.
  • i web bug invisibilmente incorporati nel contenuto di e-mail possono avvisare il mittente di ogni e-mail ogni volta che viene letta una e-mail, o rileggere e da quale indirizzo IP. Può anche rivelare se una e-mail è stata letta su uno smartphone o un PC o un dispositivo Apple Mac tramite la stringa dell’agente utente .

Esistono applicazioni di crittografia che possono servire come rimedio a uno o più dei precedenti. Ad esempio, le reti private virtuali o la rete anonima Tor possono essere utilizzate per crittografare il traffico dal computer dell’utente a una rete più sicura mentre GPG , PGP , SMEmail, [79] o S / MIME possono essere utilizzati per la crittografia dei messaggi end-to-end e SMTP STARTTLS o SMTP su Transport Layer Security / Secure Sockets Layer possono essere utilizzati per crittografare le comunicazioni per un singolo hop di posta tra il client SMTP e il server SMTP.

Inoltre, molti agenti di posta elettronica non proteggono login e password, rendendoli facili da intercettare da parte di un utente malintenzionato. Schemi di autenticazione crittografati come SASL impediscono questo. Infine, i file allegati condividono molti degli stessi rischi di quelli trovati nella condivisione di file peer-to-peer . I file allegati possono contenere trojan o virus .

Flaming

Il fiammeggiare si verifica quando una persona invia un messaggio (o molti messaggi) con contenuto arrabbiato o antagonistico. Il termine deriva dall’uso della parola “incendiario” per descrivere discussioni e-mail particolarmente accese. La facilità e l’impersonalità delle comunicazioni e-mail significano che le norme sociali che incoraggiano la civiltà di persona o per telefono non esistono e la civiltà può essere dimenticata. [80]

Email fallita

Articolo principale: fallimento della posta elettronica

Conosciuto anche come “affaticamento della posta elettronica”, il fallimento della posta elettronica si verifica quando un utente ignora un gran numero di messaggi di posta elettronica dopo essere rimasto indietro nella lettura e nella risposta. Il motivo del ritardo è spesso dovuto al sovraccarico di informazioni e al senso generale che ci sono così tante informazioni che non è possibile leggere tutto. Come soluzione, le persone di tanto in tanto inviano un messaggio “boilerplate” che spiega che la loro casella di posta elettronica è piena e che stanno eliminando tutti i messaggi. Lawrence Lessig, professore di giurisprudenza all’Università di Harvard, è accreditato di aver coniato questo termine, ma potrebbe averlo reso popolare. [81]

Internazionalizzazione

Originariamente l’e-mail su Internet era completamente basata su testo ASCII. MIME ora consente il testo del contenuto del corpo e del testo del contenuto dell’intestazione nei set di caratteri internazionali, ma altre intestazioni e indirizzi e-mail che utilizzano UTF-8, mentre standardizzati [82] devono ancora essere ampiamente adottati. [2] [83]

Ulteriori informazioni: e – mail internazionale e indirizzo e – mail § Internazionalizzazione

Tracciamento della posta inviata

Il servizio di posta SMTP originale fornisce meccanismi limitati per tenere traccia di un messaggio trasmesso e nessuno per verificare che sia stato consegnato o letto. Richiede che ogni server di posta debba consegnarlo in avanti o restituire un avviso di errore (messaggio di mancato recapito), ma sia i bug del software che gli errori di sistema possono causare la perdita dei messaggi. Per porre rimedio a ciò, IETF ha introdotto le notifiche sullo stato di consegna (ricevute di consegna) e le notifiche di eliminazione dei messaggi (ricevute di ritorno); tuttavia, questi non sono distribuiti universalmente nella produzione. (È stato anche definito un meccanismo di tracciamento dei messaggi completo, ma non ha mai ottenuto trazione, vedere le RFC da 3885 [84] a 3888. [85] )

Molti ISP ora disattivano deliberatamente rapporti di mancato recapito (NDR) e ricevute di consegna a causa delle attività degli spammer:

  • I rapporti di consegna possono essere utilizzati per verificare se esiste un indirizzo e, in caso affermativo, ciò indica a uno spammer che è disponibile per essere spammato.
  • Se lo spammer utilizza un indirizzo email del mittente contraffatto ( spoofing della posta elettronica ), l’indirizzo di posta elettronica innocente che è stato utilizzato può essere inondato di rapporti di mancato recapito dai molti indirizzi di posta elettronica non validi che lo spammer potrebbe aver tentato di inviare. Questi rapporti di mancato recapito costituiscono quindi spam dall’ISP all’utente innocente.

In assenza di metodi standard, è stata sviluppata una gamma di sistemi basata sull’uso di web bug . Tuttavia, questi sono spesso visti come sottintesi o sollevano problemi di privacy, [86] [87] [88] e funzionano solo con client di posta elettronica che supportano il rendering di HTML. Ora molti client di posta elettronica non mostrano “contenuto web”. [89] I fornitori di servizi Webmail possono anche interrompere i bug del Web pre-memorizzando le immagini nella cache. [90]